La Gori e le bollette pazze

imposte e tasseCondividiamo un interessante commento trovato in rete:

Ha suscitato forte indignazione nella cittadinanza l’arrivo di bollette della Gori che recano la dicitura “recupero partite pregresse anno 2012”.

Non sono le solite bollette relative al consumo idrico, ma fatture che riguardano il 50% dei conguagli tariffari relativi al periodo ante 2012, spedite a seguito della delibera del Commissario Straordinario dell’Ente d’Ambito ATO 3, n 43 del 30/6/14.

La documentazione spiega che l’addebito calcolato corrisponde al 50% della prima rata, cui seguiranno altre 3 rate, che saranno fatturate nei termini e nelle modalità approvate dall’Ente d’Ambito.

Orbene, la GORI, azienda che gestisce il servizio idrico integrato, non può inviare tali tipi di bollette, incomprensibili e difficilmente controllabili dagli utenti in quanto vi è una totale assenza dell’indicazione dei periodi e delle fatture di riferimento, il che non consente neppure di valutare l’eventuale prescrizione degli importi richiesti. …Continua a leggere →

Consorzio Bonifica Sarno: altre due vittorie!

imposte e tasseLa Commissione Tributaria Provinciale di Salerno si è nuovamente espressa in senso positivo su nostri ricorsi avverso l’odioso contributo consortile richiesto annualmente dal Consorzio di Bonifica del Comprensorio Sarno.

Con due pronunce analoghe (sentenze nn.3765 e 3766 depositate lo scorso 26/09/2014) la CTP ha aderito ancora una volta alle nostre tesi difensive, affermando il principio che è onere del Consorzio che esegue le opere di bonifica provare, in caso di contestazione, l’esistenza di un beneficio derivante dalle opere stesse.

Una nuova vittoria a favore dei contribuenti!

Dal 25 giugno in vigore i nuovi importi del contributo unificato

processoE’ stato pubblicato nella G.U. n. 144 del 24/06/2014 il D.L. n. 90/2014 recante “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari”.

Tra le norme che riguardano l’introduzione del PCT, l’articolo 53 (norma di copertura finanziaria) stabilisce una serie di aumenti per il contributo unificato che si attestano intorno al 15%.

L’entrata in vigore è fissata per il 25 giugno 2014 e il testo del Decreto passa ora alla camera per la conversione in legge.

Si tratta dell’ennesimo rincaro negli ultimi anni a discapito del diritto dei cittadini a ricorrere alla giustizia.

Vi rimandiamo alla relativa pagina per gli importi.

Condominio: non si possono compensare i danni con le quote condominiali

CondominioSempre più frequentemente mi viene chiesto se è possibile compensare il credito nascente da danni subiti dal proprio appartamento (o altro locale), e attribuiti a colpa del Condominio, con gli oneri condominiali.

In sostanza, la questione è sempre la stessa: posso sospendere il pagamento delle rate condominiali poiché assumo di aver subito un danno dal Condominio stesso?

La risposta è sempre la stessa: no.

Ma va fatta qualche precisazione.

La posizione negativa deriva da un concetto giuridico molto semplice. Per poter legittimamente pretendere di compensare un credito con un debito, essi devono essere omogenei, liquidi ed esigibili. Lo dice la legge, ed in particolare l’art.1241 c.c..

Omogenei, cioè devono avere lo stesso oggetto, come due crediti di …Continua a leggere →